Echi

Giovanni Marrozzini

€ 30,00

SOLD OUT
Emigranti marchigiani in Argentina. “Trasmettiamo da una casa d’Argentina illuminata nella notte che fa la distanza atlantica la memoria più vicina e nessuna fotografia ci basterà”. Testo di Giovanna Calvenzi.

ISBN: 978 88 6208 088 0

Argentina. Un suono magico che apre varchi profondi anche nelle memorie di chi dall’Italia non si è mai mosso. Che rievoca musiche, visi, paesaggi, pezzi di storia lontani eppure vicinissimi. Una fratellanza reale e osmotica, fatta di sangue e di cultura condivisa, di reciproca nostalgia. Giovanni Marrozzini con questa nostalgia aveva dovuto fare i conti qualche anno fa, in occasione di un suo lungo lavoro che aveva intitolato “Hotel Argentina” dedicato a un Paese del quale non voleva scrivere visivamente la storia ma solo “attraversarlo, andare oltre al tango, ai gol di Maradona… un viaggio attraverso il tempo e i tempi, attraverso la malinconia del passato con l’immaginazione di un futuro”. Queste alcune delle frasi riportate nel suo sito online e lui stesso continua: “Ho visto l’Argentina per la prima volta come un grande albergo con tante stanze e in ogni stanza una storia. Il concetto di reportage mi diventava sempre più stretto e ho dovuto costruire il mio racconto assemblando tre immagini, tre momenti della stessa realtà”. Ovunque aveva incontrato quegli italiani d’Argentina dalle mille domande, e il loro bisogno costante di sapere e di non sapere cosa fosse diventato il loro paese d’origine, come fosse cambiata la loro città o la città dei loro genitori. Nasce da qui “Echi”, il nuovo progetto che nel marzo del 2007 lo riporta in Argentina, questa volta alla ricerca di quanti nel corso del tempo avevano lasciato Fermo, nelle Marche, per costruirsi una nuova vita al di là dell’Atlantico. Un viaggio, il suo, di trentamila chilometri in tre mesi e mezzo, in aereo, in autobus, in auto. Un viaggio ritmato dagli incontri, dalle storie personali, con l’intento di mettere in relazione il vissuto dei suoi interlocutori con il fenomeno migratorio. Incontra una trentina di persone e le sue immagini vengono costruite a partire dai loro racconti. Il progetto non prevede più una testimonianza visiva diretta dei loro volti, delle loro case, ma la ricostruzione di situazioni incise nella loro memoria. Il reportage qui lascia il posto al romanzo, a una storia ogni volta imprevedibile, scritta a più mani che nasce dai ricordi… Giovanna Calvenzi
lingua:Italiano / English / Español pagine: 96 illustrazioni: 60 rilegatura: cartonato uscita: dicembre 2008
Buy now with PayPal

COPYRIGHT 2014 DAMIANI EDITORE - CREDITI: BRG