Ara Gallant

David Wills

€ 50,00

Buy now with PayPal
Introduzione di Anjelica Huston. "Ara Gallant è stato uno fra i più grandi image maker degli anni Sessanta..." Steven Meisel.

ISBN: 978 88 6208 120 7

Ara Gallant è stato l’hair-stylist più talentuoso del mondo. Nessuno si è mai avvicinato alla sua originalità. Polly Mellen
Nato Ira Gallantz nel Bronx (1932), ben presto cambiò il proprio nome in Ara Gallant, poiché riteneva che la versione rivisitata del proprio nome avesse un che di esotico, come poi fu - effettivamente - la vita che condusse. Gallant iniziò la sua carriera nella moda in qualità di hair-dresser, specializzandosi presso Bergdorf Goodman come uno dei parrucchieri più esperti in materia di colore. Durante la metà degli anni Sessanta, entrò in contatto con Vogue, iniziando a lavorare esclusivamente come hair-stylist per le sessioni fotografiche di moda. Diventò, così, il primo hair-stylist ad essere pagato per le sue prestazioni professionali. Gallant collaborò quindi con i più grandi fotografi del suo tempo, Richard Avedon, Irving Penn e Bert Stern, fra gli altri. Il suo contributo più innovativo fu l’invenzione dei cosiddetti "flying hair", un trucco che usò per la prima volta nel 1966 su un set di Avedon e Twiggy e che resta, ancora oggi, molto copiato. La tecnica base consisteva nel creare volume unendo diverse parrucche che venivano poi fissate su di un pezzo di cartone reso in ultimo invisibile dalla folta chioma. Piume, fiori, oggetti di varia natura, toupet lunghi anche un metro: idee ardite, mai viste, che resero Ara Gallant l’hair-stylist più famoso del suo tempo. Sin dai primi anni Settanta, Gallant iniziò egli stesso a scattare foto e il suo primo assignment consistette in una serie di ritratti per Interview. Nelle sue immagini, amava combinare impostrazioni alla Horst P. Horst e scenari contemporanei. All’inizio degli anni Ottanta, si trasferì a Los Angeles, al seguito dell’amico Jack Nicholson, per intraprendere la carriera di regista, ma questo progetto non ebbe sviluppo alcuno poiché Ara si suicidò nel 1990 in una stanza d’albergo a Las Vegas.? Oltre all’introduzione di Anjelica Huston, i libro ospita contributi di Polly Mellen, Veruschka, Penelope Tree, Diane Von Furstenberg, Lauren Hutton, Viva, Bert Stern, Apollonia Van Ravenstein, Paul Van Ravenstein, Pat Cleveland, Ingrid Boulting, Shelley Smith, Steven Meisel, Susan Forristal, Bob Colacello, Brigid Berlin, Barbara Lantz, David Croland, Paul Morrissey, Martin Price, Jo Anne Davidian, Drew Barrymore, Russell Todd, Virginia Hey.?? Nato in Australia, David Wills è un curatore indipendente, archivista fotografico ed editor che ha messo insieme uno dei più grandi archivi indipendenti di foto originali e negativi; materiali che nel tempo Wills ha reso disponibili per diverse pubblicazioni e musei, incluso il Museum of Modern Art. Nel 2002 ha curato la pubblicazione "Bernard of Hollywood's Ultimate Pin-Up Book" (Taschen) e, di recente, ha prodotto una serie di mostre fotografiche nate da immagini provenienti dal suo archivio: "Edie Sedgwick: Unseen Photographs of a Warhol Superstar", "Murder, Models, Madness: Photographs from the Motion Picture Blow-Up", "Blonde Bombshell", "James Bond" e "Warhology", ricevendo l’attenzione di testate quali The Los Angeles Times, The New York Times, American Photo e Vogue. Nel 2008 è stato co-autore di "Veruschka" (Assouline). Vive a Los Angeles.
lingua:English pagine: 120 illustrazioni: 130 rilegatura: cartonato con sovarcoperta uscita: primavera 2010
Buy now with PayPal

COPYRIGHT 2014 DAMIANI EDITORE - CREDITI: BRG